Torta red velvet semplificata – Videoricetta

Una torta red velvet diversa da quella originale: ho pensato di mantenere il colore rosso ma di modificare la ricetta della torta, rendendola soffice e spugnosa.

Torta red velvet: origini della ricetta

La red velvet (“velluto rosso”), anche conosciuta come red velvet cake e red velvet cheesecake, è una torta al cioccolato statunitense ma diffusa in tutto il mondo.

Tra gli antecedenti della red velvet vi è la cosiddetta velvety cake, un dessert con un trito di pasta dolce “vellutato” (da cui il nome della torta) che si differenziava dalla più famosa crumb cake con briciole grossolane. La devil’s food cake, altro dolce che avrebbe precorso la red velvet, si distingue da quest’ultima in quanto viene preparato utilizzando un’abbondante quantità di cioccolato al posto della polvere di cacao.

Chi ha inventato la torta red velvet?

Alla Adams Extract è attribuito il merito di aver popolarizzato la red velvet in tutti gli USA durante la grande depressione, in quanto fu una delle prime aziende a promuovere dei coloranti alimentari rossi e altri estratti aromatici tramite volantini per i punti vendita e schede di ricette che potevano essere strappate dalle riviste.

Negli anni quaranta e cinquanta la red velvet divenne uno dei dolci più noti della catena di negozi canadese Eaton’s. Alcuni erano convinti erroneamente che il dolce fosse stato ideato da Lady Eaton, moglie del fondatore Timothy Eaton.

A contribuire alla fama della red velvet vi fu il Waldorf-Astoria Hotel di New York, tanto che il dolce venne qualche volta soprannominato Waldorf-Astoria cake.

Benché sia considerata una specialità del sud degli Stati Uniti, la red velvet è oggi reperibile in tutti gli USA, ove viene spesso mangiata a San Valentino, in Canada e in molti Pesi europei.

Com’è fatta la torta red velvet originale?

La red velvet è a base di farina, burro, zucchero, latticello, cacao, uova e colorante alimentare. Di solito, la red velvet è composta da una base per una torta a strati che viene successivamente guarnita con crema di formaggio (che è quella più usata per prepararla negli USA) o, in alternativa di vaniglia o burro di colore chiaro per aumentare il contrasto con il rosso della torta. Il colore rosso da cui prende il nome la red velvet può essere più o meno acceso a seconda del colorante alimentare usato per prepararla.

In origine il colore rosso scuro della torta era dato dalla reazione chimica tra il cacao in polvere con gli ingredienti acidi, quali il latte acido o latticello. Ora la colorazione viene data con l’aggiunta di un colorante alimentare.

Torta red velvet semplificata

Preparazione 2 ore
Portata Dessert
Cucina Americana
Porzioni 10 porzioni

Ingredienti
  

  • 3 uova a temperatura ambiente
  • 150 g zucchero
  • 145 g farina 00
  • 10 g cacao amaro
  • 1 cucchiaino di colorante alimentare rosso
  • 60 g acqua calda
  • 60 g olio di girasole
  • 10 g lievito per dolci
  • q.b. vaniglia
  • q.b. sale

Farcitura

  • 150 g formaggio spalmabile
  • 250 g mascarpone
  • 250 g panna fresca da montare
  • 100 g zucchero a velo vanigliato

Per decorare

  • q.b. lamponi
  • q.b. ribes
  • q.b. frutti di bosco

Istruzioni
 

  • Nell’acqua calda sciogliamo il colorantealimentare rosso.
    Io ne ho usato uno in pasta rosso intenso.Potrete utilizzare anche quello in gel o in polvere.
  • Separiamo i tuorli dagli albumi.
  • Setacciamo insieme farina, cacao e lievito.
  • Iniziamo a montare i tuorli con lo zucchero in un recipiente piccolo.
  • Aggiungiamo man mano l’acqua colorata, che nel frattempo si sarà intiepidita.
    Uniamola poco alla volta, in modo che il composto di tuorli diventi gonfio e spumoso.
  • Aggiungiamo allo stesso modo anche l’olio.Infine il pizzico di sale e la vaniglia. Teniamo da parte.
  • Montiamo gli albumi a neve ben ferma.
  • Versiamo il composto di tuorli montati in una ciotola ed aggiungiamo poco alla volta le polveri setacciate, facendole sempre scendere da un setaccino.
  • Mescoliamo con cura e aggiungiamo gli albumi montati a neve in due volte.
  • Versiamo in uno stampo da 15 cm di diametro e 10 cm di altezza imburrato e infarinato (andrà bene anche uno stampo da 17/18cm di diametro abbastanza alto).
    Nel caso abbiate solo quello da 20 o 22 cm vi consiglio di fare almeno una dose e mezza oppure doppia dose (si raddoppiano tutti gli ingredienti) se volete fare quattro dischi.
  • Inforniamo a 170°, in forno già caldo,statico oppure 160° ventilato.
    Nel mio forno ha impiegato all’incirca 45/50minuti. Nel caso utilizzate uno stampo più grande e largo, i tempi di cottura diminuiranno.
    Vi consiglio di misurare la temperatura con un termometro da cucina. Io ho tolto la torta a 85 gradi, misurati al centro.
  • Facciamo raffreddare qualche minuto prima di toglierla dallo stampo e sformarla su una gratella.
  • Lasciamo raffreddare completamente la torta prima di tagliarla a strati.
    Potremo prepararla il giorno prima o, se ne abbiamo necessità, anche congelarla e tagliarla a strati da congelata.

Prepariamo la crema:

  • Montiamo la panna ben fredda aggiungendo mentre monta un cucchiaio di zucchero a velo.
  • Mescoliamo insieme mascarpone, formaggio spalmabile, zucchero a velo.
  • Montiamo leggermente il composto poi aggiungiamola panna montata.
    Io ne ho tenuta da parte qualche cucchiaiata per servirla separatamente insieme alla fetta di torta.
    Versiamo la crema di formaggio in una sac a poche con bocchetta tonda liscia da ca. 1 cm.

Componiamo la torta:

  • Eliminiamo la parte superficiale della torta e tagliamone una piccola fetta se vogliamo decorarla con le briciole.
  • Tagliamo il resto della torta in tre strati.Io ho preferito non bagnare perché la torta è sofficissima.
    In alternativa vi consiglio solo dello sciroppo di acqua e zucchero oppure latte e zucchero.
  • Ricopriamo ogni strato con dei piccoli ciuffi di crema.
  • Sull’ultimo strato, metteremo anche dei frutti rossi e le briciole di torta.
  • Passiamo in frigo per almeno un’oretta.
  • La nostra torta red velvet sarà pronta da servire per la nostra occasione speciale!
Ti è piaciuta la ricetta?Seguimi su Facebook!

Consigli e alternative alla ricetta

Potremo modificare il ripieno della torta: utilizzare solo mascarpone e panna oppure solo formaggio spalmabile e panna. Vi consiglio comunque una crema bianca per il bel contrasto con il rosso della torta.

Ho deciso di modificare la ricetta “originale” della velvet perché la consistenza della torta non mi ha entusiasmato. Ritengo che se non si utilizza il latticello vero la torta non venga morbida. Non credo alle ricette di latticello fatto in caso utilizzando panna o yogurt. Non è vero latticello perciò non svolge la sua funzione che è quella di rendere morbida la torta. Ho fatto tre prove e alla fine quella che mi ha soddisfatto di più è questa.

Tra l’altro, nelle ricerche, ho trovato che originariamente il colore rosso della torta era frutto della reazione chimica tra il cacao e gli ingredienti acidi, come il latticello e l’aceto. Per cui ho trovato superfluo, data la presenza del colorante rosso, utilizzare lo yogurt, il bicarbonato, l’aceto. Basta la presenza, insieme al colorante, di poco cacao amaro per conferire alla torta questo bel colore rosso scuro.

Spero che questa ricetta ti piacerà e che vorrai condividere con me sui social il risultato finale! Se, invece, hai bisogno di qualche altra idea di dolci per San Valentino, ti lascio l’articolo dedicato e qualche ricetta qui sotto.