Primi Piatti Ricette

Tagliatelle al sedano rapa – Videoricetta

Tagliatelle al sedano rapa, un primo piatto veloce a base di pasta integrale e sedano rapa: un ortaggio di cui si consuma la radice, gustoso e dalle molteplici qualità organolettiche.

Ho scoperto il sedano rapa per caso, grazie a mio cognato Angelo, marito di mia sorella, proprio durante la cena della Vigilia. Non avevo mai visto né mai sentito parlare del sedano rapa. Poiché Angelo cucina per le sue donne di casa che ogni tanto si mettono a dieta, nella lista della spesa “dietetica” ha trovato il sedano rapa. Lui è un curioso di sapori perciò lo ha accostato in crema ai gamberoni cotti qualche minuto in forno, aggiungendovi una grattata di zenzero.

A me, invece, dopo averlo assaggiato, si è accesa una lampadina. Quante persone, proprio come me, non conoscono questa radice?  Com’è nel mio carattere scherzoso ed allegro, ho deciso per il dopo feste di abbinarlo comunque ad una pasta trasformandolo in un piatto saporito e dal sapore inedito.

Tagliatelle al sedano rapa: ingredienti per quattro persone:

• 200 g di tagliatelle secche ai cereali oppure 280 g di una pasta lunga,

• un grosso sedano rapa tagliato a cubetti,

• una cipolla,

• qualche cucchiaio d’olio evo,

• qualche cucchiaio d’acqua,

• parmigiano,

• facoltativi peperoncino, pepe, prezzemolo, buccia di limone grattugiata.

E voglio anche raccontarvi delle proprietà benefiche del sedano rapa.

Il sedano rapa (ca. 20 Kcal per 100 g) è ricco di acqua, quindi diuretico, contiene molte fibre e, proprio come il sedano, indicato come spuntino, diminuisce il senso di fame.

Contiene tante vitamine e sali minerali, in particolare potassio ma anche fosforo, calcio, iodio, magnesio.

Si può mangiare sia crudo, in insalata, che cotto.

Si cucina in padella oppure bollito per preparare zuppe e purè,  anche gratinati.  Qualcuno lo prepara fritto come le chips.

I tempi di cottura dipendono anche dal gusto personale.

Può essere consumata anche la scorza esterna, meglio se cotta.

Esistono diverse varietà: quello chiamato di Verona è coltivato in nord Italia, mentre le altre per lo più in centro Europa.

Una curiosità: ho letto che gli chef vegani utilizzano il sedano rapa bollito e ridotto in crema per mantecare i risotti al posto del burro. In fondo, ho pensato, hanno ragione: si sposa bene perché il sapore è quello del soffritto di verdure!