Seppie con zucchine alla scapece. Videoricetta

Un classico della cucina napoletana, le zucchine alla scapece, si unisce alle seppie. Un piatto assaggiato a “I Buonissimi 2019”, proposto dal ristorante Il Cantastorie a Vietri sul Mare.

Zucchine alla scapece e seppie

A me non sarebbe mai venuto in mente di unire le zucchine alla scapece ad un qualunque tipo di pesce, figuriamoci alle seppie.

In questo periodo, in cui, un po’ perché mi piace e diverte, un altro po’ perché rappresenta per me un momento di crescita e per voi che mi seguite anche un modo per uscire dalle abitudini di una cucina prettamente casalinga, mi sto approcciando a chi ha studiato di cibo e lavora con successo nel settore della ristorazione da molti anni, ho capito che la vera differenza la fa l’immaginazione e lo studio.

Chi conosce gli ingredienti e le tecniche di cottura, chi possiede una solida base di esperienze, può osare accostamenti inediti.

Un’idea dello chef Luigi Chirico

Durante la serata de “I Buonissimi 2019” organizzata a Salerno a scopi benefici, c’erano davvero i più grandi nomi a livello di ristoranti, pizzerie, pasticcerie, aziende, singoli chef. Tanti davvero i nomi famosi e tante le prelibatezze assaggiate.

Queste seppie con zucchine alla scapece furono tra i primi piatti che incrociai e, forse, sarà stato perché avevo la bocca più “pulita” e lo stomaco ancora piuttosto vacante, l’apprezzai tantissimo, tanto che chiesi subito allo chef Luigi Chirico come si cucinassero. Mi piacque il pensiero di poter replicare la ricetta per il blog.

Così, ormai che ho amici “famosi” e generosi nel dispensare consigli, ho chiesto un parere a Paolo Parisi sulla cottura delle seppie. Sono rimasta stupita e convinta sempre di più che devo tornare a scuola!

Seppie con zucchine alla scapece

Portata Portata principale
Cucina Italiana
Porzioni 6 persone

Ingredienti
  

  • 1 kg zucchine tenere tagliate a rondelle
  • 800/1000 g  seppie di ottima qualità (preferibilmente piccole) tagliate a julienne
  • q.b. olio evo
  • q.b. aglio
  • q.b. menta
  • q.b. aceto bianco
  • q.b. aceto balsamico
  • q.b. sale

Istruzioni
 

  • Partiamo con pulire per bene le seppie
  • Lavare le zucchine e tagliarle a rondelle. Per non far assorbire troppo olio di cottura, consiglio di farle asciugare al sole per qualche ora.
  • Servendoci di un coltello ben affilato e di un tagliere, procediamo a tagliare le seppie a listarelle non troppo larghe, teniamoci al massimo su un centimetro di larghezza, così cuoceranno prima.
  • Prepariamo il battuto di aglio e menta per condire le zucchine.
  • Friggiamo le zucchine a rondelle in olio extravergine.
  • Facciamo scolare l'olio dalle zucchine riponendole su un panno di carta assorbente e poi le condiamo con il nostro battuto.
  • In un barattolino mettiamo dell'olio, sale, un po' d'aceto bianco, un po' d'aceto balsamico. Chiudiamo il barattolo e agitiamo il composto per mescolare tutti gli ingredienti.
  • A questo punto versiamo la salsina che abbiamo composto al di sopra delle nostre zucchine e mescoliamo il tutto. Lasciamo riposare in frigo per qualche ora ricoprendole con pellicola.
  • In una padella dal fondo spesso versiamo l'olio e due spicchi d'aglio e portiamo tutto fino ai primi sfrigolii della cottura, facendo attenzione che l'aglio non bruci.
  • A questo punto versiamo le seppie, smuovendole un po' all'interno della padella. Spenta la fiamma, lasciamo riposare per 10/15 minuti con coperchio, mescolando di tanto in tanto.
  • Versiamo le seppie nelle zucchine, evitando di versare il fondo di cottura, perchè lo faremo un po' restringere sul fuoco.
  • Mescoliamo le zucchine e le zeppie. Spento il fondo di cottura, lo versiamo sulle zucchine e le seppie.
  • Riponiamo tutto in frigo per 4 ore. Dopo di che assaggiamo per regolarci con il condimento e possiamo servire ben freddo.
Ti è piaciuta la ricetta?Seguimi su Facebook!

Prima di portare a tavola, il consiglio è di assaggiare sempre l’insieme. Soprattutto in questo caso, dove non è possibile essere precisi con le dosi, può darsi occorra regolare di sale oppure di aceto.