Il polpettone mortadella e provola in padella è un piatto tradizionale italiano che incarna il gusto e la tradizione culinaria del paese. Questa deliziosa ricetta ha radici profonde nelle regioni italiane dell’Emilia-Romagna e della Campania. Unendo l’irresistibile cremosità della mortadella al sapore avvolgente della provola, il polpettone è diventato un’icona culinaria amata in tutto il mondo.

In questo articolo, esploreremo le origini affascinanti del polpettone mortadella e provola, scopriremo tre errori comuni da evitare nella sua preparazione, analizzeremo le differenze tra la cottura in padella e al forno e, infine, impareremo come conservare questa prelibatezza per mantenerne la freschezza e il sapore nel tempo. Preparatevi a un viaggio culinario attraverso la tradizione italiana, con il polpettone mortadella e provola in padella come guida.

Polpettone mortadella e provola: origini della ricetta

Il polpettone mortadella e provola è un piatto tradizionale italiano che incarna il gusto e la tradizione culinaria del paese. Questa deliziosa ricetta ha radici profonde nelle regioni italiane e rappresenta un connubio perfetto tra la cremosa mortadella e la morbida provola. Ma da dove proviene questa delizia gastronomica?

Le origini del polpettone mortadella e provola risalgono al cuore dell’Italia, alle regioni dell’Emilia-Romagna e della Campania. In queste aree, la mortadella e la provola sono ingredienti comuni della cucina locale. La mortadella, un salume prelibato a base di carne di maiale, ha radici antiche che risalgono all’epoca dell’Impero Romano. La sua ricetta tradizionale include carne macinata, aromi e spezie, tutto insaccato in una sottile pelle di maiale. La provola, d’altra parte, è un formaggio a pasta filata che si scioglie splendidamente durante la cottura, conferendo al polpettone un irresistibile sapore e una consistenza cremosa.

L’unione di questi due ingredienti è stata un’evoluzione naturale nella cucina italiana. La mortadella e la provola sono spesso utilizzate in insalate, panini e altre preparazioni, ma il polpettone rappresenta una delle interpretazioni più apprezzate di questa coppia di sapori. Questo piatto è diventato una celebrità culinaria nel corso degli anni, conquistando il cuore e il palato di generazioni di italiani e appassionati di cucina in tutto il mondo.

Il polpettone mortadella e provola in padella è un piatto tradizionale italiano che incarna il gusto e la tradizione culinaria del paese.

Polpettone mortadella e provola in padella

Preparazione 2 ore
Portata Portata principale
Cucina Italiana
Porzioni 10 persone

Ingredienti
  

Ingredienti per 2 polpettoni

  • 1 kg macinato di bovino o misto
  • 150 g pane tritato
  • 100 g mortadella tritata
  • 3 uova
  • 1 tuorlo
  • 50 g parmigiano grattugiato
  • ½ bicchiere di latte
  • 200 g provola bianca o affumicata
  • q.b. prezzemolo
  • q.b. sale
  • q.b. pepe
  • q.b. noce moscata
  • q.b. farina
  • q.b. olio evo
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 2 cipolle
  • 6 carote
  • 3 coste di sedano

Istruzioni
 

  • In una ciotola mettiamo il pane secco tritato o sbriciolato e versiamo mezzo bicchiere di latte.
  • In un’altra ciotola mettiamo la carne macinata e saliamo.
  • Sbattiamo le uova ed uniamole alla carne macinata, mescolando.
  • Aggiungiamo il pane ben strizzato dal latte. Mescoliamo.
  • Uniamo il formaggio grattugiato, il prezzemolo tritato, la mortadella tritata, il pepe, la noce moscata e mescoliamo con cura.
  • Una volta che l’impasto è pronto, prendiamolo con le mani e battiamolo sul tagliere più volte in modo da eliminare l’aria. In questo modo sarà più compatto la fetta non si sbriciolerà.
  • Versiamo qualche cucchiaio di farina su un foglio di carta forno e distribuiamolo.
  • Prendiamo la metà della carne macinata, mettiamola sulla farina e stendiamo in un rettangolo più largo che lungo. Cerchiamo di fare uno strato uniforme.
  • Distribuiamo nella parte centrale la provola tagliata a cubetti.
  • Arrotoliamo il polpettone aiutandoci con la carta forno. Nel caso, spolveriamo ancora la superficie con un poco di farina.
  • Avvolgiamo stretto con la carta forno, chiudendo anche le estremità come fosse una caramella. Mettiamo in frigo per mezz’ora, un’ora.Volendo potrete lasciarlo anche più tempo.
  • In una padella o in una pentola versiamo dell’olio evo ed aggiungiamo il sedano, le carote e le cipolle tagliate a pezzettoni.
  • Facciamoli appassire e aggiungiamo il sale. Togliamoli dalla padella e mettiamoli in un piatto.
  • Nello stesso olio, facciamo soffriggere il polpettone (se quando lo srotolate dalla carta forno lo sentite umido, potrete fare un’ulteriore spolverata di farina).
  • Aiutandoci con una o due palettine rettangolari, capovolgiamo il polpettone. Lo faremo soffriggere su tutti i lati.
  • Poi uniamo le verdure e sfumiamo con il vino bianco.
  • Portiamo a cottura lasciando il coperchio leggermente aperto per far uscire il vapore. Nel caso aggiungiamo dell’acqua, del brodo vegetale o ancora vino bianco.
  • Cuociamo a fiamma bassa per ca. 45/50 minuti.
  • Dopo cotto, lasciamo riposare una quindicina di minuti e serviamo.

Ti è piaciuta la ricetta?

Condividila su Facebook

Consigli e alternative alla ricetta

Potremo preparare il polpettone con molto anticipo: è buono caldo ma anche servito dopo qualche ora senza riscaldare. Riscalderemo solo le verdure.

Allo stesso modo dopo aver rosolato il tutto, potremo mettere la padella o la pentola in forno e far cuocere con coperchio a 180° per circa 40/45 minuti.

Io ho deciso di aggiungere mortadella e provola, ma l’impasto si presta ad essere preparato nei gusti preferiti: con l’aggiunta di verdure cotte, di uova sode, prosciutto cotto, wurstel, patate lesse.

3 Errori da evitare nella preparazione del polpettone in padella

Preparare un polpettone mortadella e provola in padella è un’arte che richiede attenzione ai dettagli e una buona dose di passione culinaria. Tuttavia, ci sono alcuni errori comuni che è importante evitare per ottenere un risultato perfetto. Ecco tre degli errori più frequenti nella preparazione di questo delizioso piatto:

  1. Troppo sale o spezie: Un errore comune è aggiungere troppo sale o spezie alla carne macinata. Poiché sia la mortadella che la provola sono già saporite, è fondamentale assicurarsi di non esagerare con il condimento. Inoltre, la mortadella può essere piuttosto salata, quindi è meglio assaggiarla prima di aggiungere il sale.
  2. Mancanza di umidità: Per evitare che il polpettone risulti secco, è importante aggiungere ingredienti che apportino umidità alla miscela. Uova, latte e persino una piccola quantità di pangrattato possono aiutare a mantenere il polpettone morbido e succulento.
  3. Cottura eccessiva: Cuocere il polpettone troppo a lungo in padella può causarne la secchezza e la durezza. È fondamentale monitorare attentamente il tempo di cottura e assicurarsi di non esagerare. Una cottura a fuoco medio-basso può aiutare a ottenere un risultato migliore, consentendo agli ingredienti di cuocere uniformemente senza bruciarsi.

Evitando questi errori, potrete preparare un polpettone mortadella e provola in padella perfetto, con un sapore ricco e una consistenza irresistibile.

Differenza tra la cottura del polpettone in padella e al forno

La scelta di cucinare il polpettone mortadella e provola in padella o al forno è una decisione importante che influenzerà il risultato finale. Entrambe le opzioni hanno i loro vantaggi e caratteristiche distintive, ed è fondamentale capire le differenze tra le due modalità di cottura.

La cottura in padella è una scelta ideale quando si desidera un polpettone con una crosta dorata e croccante. In questa tecnica, il polpettone viene posto in una padella con olio caldo e cotto a fuoco medio-alto. La superficie del polpettone sviluppa una deliziosa crosta che racchiude la cremosità della mortadella e della provola all’interno. Questo metodo di cottura è rapido e consente di ottenere un risultato gustoso in tempi brevi.

D’altra parte, la cottura al forno è una scelta perfetta per chi desidera un polpettone più morbido e succulento. In questo caso, il polpettone viene posto in una teglia e cotto nel forno preriscaldato a una temperatura moderata. La cottura lenta e uniforme nel forno consente ai sapori di mescolarsi e alle carni di diventare tenere. Questa tecnica è particolarmente adatta se si vuole cuocere il polpettone insieme a verdure o patate per un pasto completo.

Entrambe le opzioni hanno il loro fascino, e la scelta tra la cottura in padella e al forno dipenderà dalle vostre preferenze personali. In entrambi i casi, il risultato sarà un polpettone mortadella e provola delizioso, ma con caratteristiche gustative diverse.

Come conservare il polpettone mortadella e provola

Dopo aver preparato con amore il vostro polpettone mortadella e provola, è importante sapere come conservarlo correttamente per garantirne la freschezza e la bontà. Ecco alcune linee guida su come conservare questo piatto:

  1. Refrigerazione: Il modo migliore per conservare il polpettone è metterlo in un contenitore ermetico e riporlo in frigorifero. Assicuratevi che il contenitore sia ben chiuso per evitare che l’aria e l’umidità lo raggiungano. Il polpettone può essere conservato in frigorifero per un massimo di 3-4 giorni.
  2. Congelamento: Se desiderate conservare il polpettone per un periodo più lungo, è possibile congelarlo. Avvolgetelo bene in pellicola trasparente o sacchetti per il congelatore per evitare che l’aria entri in contatto con la carne. Il polpettone può essere conservato in freezer per un massimo di 2-3 mesi.
  3. Scongelamento: Quando è il momento di consumare il polpettone congelato, scongelatelo gradualmente in frigorifero per evitare cambiamenti drastici di temperatura che potrebbero compromettere la sua consistenza.
  4. Riscaldamento: Per riscaldare il polpettone, è possibile farlo in forno a 180 gradi Celsius per circa 15-20 minuti o in padella a fuoco medio-basso fino a quando sarà ben riscaldato. Assicuratevi che sia caldo in modo uniforme per preservarne la bontà.

Seguendo queste linee guida, potrete godere del vostro polpettone mortadella e provola anche nei giorni successivi alla sua preparazione, mantenendo intatti i suoi sapori deliziosi.

https://www.antoniettapolcaro.it/polpette-limone-vino-bianco/

Conclusione

In conclusione, il polpettone mortadella e provola in padella è una prelibatezza culinaria italiana che affonda le radici nelle tradizioni regionali e nell’amore per i sapori autentici. Con attenzione ai dettagli e l’evitamento di errori comuni, potrete preparare un polpettone delizioso. La scelta tra la cottura in padella e al forno offre la possibilità di sperimentare diverse consistenze e sapori. E ricordate, conservare il polpettone in modo adeguato vi permetterà di gustarlo anche nei giorni successivi. Buon appetito!

Guarda anche