Che profumo avvolge il Natale? Per alcuni, è l’odore candido della neve che danza dal cielo, evocando l’immagine di Winona Ryder in Edward Mani di Forbice. Per altri, è il profumo avvolgente del pisto napoletano, caro a tutti i cuori dei bambini partenopei.

Un aroma che porta con sé il calore della casa, un profumo intriso di oriente che riconnette gli abitanti di Napoli a un passato glorioso, quando la città era la Capitale del Mediterraneo, punto d’incontro di “santi, poeti e navigatori”. Una città che persino Goethe consigliava di visitare prima di chiudere gli occhi. Proprio da lontano, da viaggi e dominazioni, arriva ciò che potremmo definire un “curry”, una miscela di spezie. Ma a Napoli, questa miscela non condisce il pollo; è riservata esclusivamente alla preparazione dei dolci tradizionali, specialmente durante il periodo natalizio.

Cos’è il pisto napoletano

Ma cosa è esattamente il pisto napoletano e da dove trae origine? L’etimologia della parola è avvolta nel mistero, con alcune suggestioni provenienti dallo spagnolo, dove la parola “pisto” assume diversi significati. La connessione più diretta con la penisola iberica potrebbe essere il pisto manchego, un piatto a base di verdure tipico della Mancia. Tuttavia, il pisto napoletano sembra più legato al termine spagnolo “pisto” usato come sostantivo, un termine ormai desueto, una mescolanza confusa di parole spesso usata per discorsi prolissi e sconclusionati.

Questa confusione linguistica si riflette a Napoli, dove i marinai del Basso Medioevo hanno iniziato a mescolare le ricchezze orientali, creando un connubio unico. Cannella, noce moscata, chiodi di garofano e coriandolo, ingredienti asiatici che, uniti, costituiscono l’essenza dei dolci tradizionali napoletani da oltre sette secoli. Sorprendentemente, questi ingredienti sono parte integrante anche del curry indiano tradizionale, soprattutto il coriandolo, un elemento che non può mancare per nessuna ragione al mondo. Tuttavia, non ci sono prove che collegano direttamente la preparazione indiana a quella partenopea; potrebbe essere solo una coincidenza affascinante.

Come preparare il pisto napoletano in casa

Per chi volesse preparare il pisto napoletano in casa, basta conoscere le giuste dosi di cannella, noce moscata, chiodi di garofano, coriandolo e anice stellato. Non è una pratica comune tra i napoletani, poiché è facile reperire il pisto già pronto nei supermercati, specialmente durante il mese di dicembre. Se siete alla ricerca del pisto napoletano e non lo trovate, niente paura: basta procurarsi gli ingredienti e mescolarli con cura. Alcuni aggiungono anche il pepe per dare vivacità alle proprie creazioni, ma questa è una scelta personale.

Guarda anche