Ricette Secondi Piatti

Petto di pollo con caponatina di verdure

Petto di pollo con caponatina di verdure
Antonietta Polcaro
Scritto da Antonietta Polcaro

Petto di pollo con caponatina di verdure.

(ricetta light di Eugenia)

  • Ingredienti per 4 porzioni :
  • 1 grosso peperone (300 g. ca.),
  • 2 zucchine (300 g. ca.),
  • 1 melanzana viola (300 g. ca.),
  • 6 pomodorini,
  • 1 cipolla bianca,
  • 600 gr. di petto di pollo tagliato a listarelle,
  • 2 cucchiai d’olio extravergine,
  • mezzo bicchiere d’acqua
  • 1 cucchiaio di curry,
  • sale (q.b.).

Preparazione Petto di pollo con caponatina di verdure:

Tritate cipolla e pomodorini (eventualmente togliete la buccia). Tagliate a tocchetti il peperone, le zucchine, la melanzana. In una casseruola dal fondo spesso versate olio, acqua,  peperoni, cipolla e pomodorini. Fate cuocere per 7/8 minuti con il coperchio a fiamma media. Aggiungete le altre verdure ed il curry, salate, coprite e portate a cottura, circa 20/25 minuti (a secondo di quanto vi piacciano croccanti) a fiamma bassa, mescolando ogni tanto. Una volta cotte, con un mestolo forato trasferite le verdure in una ciotola. Nel sughetto, rimasto sul fondo della pentola, versate il petto di pollo e fate cuocere per 7/8 minuti a fiamma bassa con coperchio. Alla fine terminate la cottura su fuoco vivace in modo da renderlo leggermente caramellato.

Servite insieme alle verdure.

  • Potrete completare il piatto con una porzione di 50 gr di riso bollito o cous cous.
  • Calorie a porzione: ca. 270 Kcal.
  • Con riso: ca. 440 Kcal.

Eugenia vive a Roma. Abita lì da quando, subito dopo le superiori, ha iniziato l’università. Frequenta un dottorato di ricerca.

Quando la sera torna a casa non ha voglia di mettersi ai fornelli, per cui spesso mangia cibi veloci da preparare. E’ tutta un verdurine, polpettine, salsine, “pastrocchini”! Inventa!

Sia lei che la sorella si sono formate seguendo le più disparate trasmissioni televisive: da Masterchef a Parodi, da Cuochi e fiamme a Top Chef, da Bake off a Hell’s kitchen.

La loro  vocazione è seguire ciò che si cucina. Avrebbero voluto iscrivere pure me! Pffiuuu’….

Da biologa, passa tutto al microscopio!

Facendo un po’ di vagabondaggio in rete, ha scoperto che nelle statistiche di Google riferite ai temi più ricercati su internet nel 2017, tra le ricette, in testa alla classifica, compare il petto di pollo.

“Hai visto mamma?”, povera! presso di me ha poco credito!

Questa cosa mi ha assai stupito e mi sono chiesta chi poteva essere stato a fare quella ricerca. Nella mia visione “ come lo fai fai, sempre petto di pollo rimane!”.

Quando papà cucinava il pollo ruspante alla cacciatora, durante le occasioni o i festivi, tra i maschi si faceva la “posta” alla coscia, più che al petto, tanto da rammaricarsi del fatto che ne avesse solo due e non quattro, poiché, se c’erano ospiti, si doveva dare la precedenza!

Il segno di una progressiva decadenza gastronomica o la tendenza dell’uomo verso un’alimentazione più sana?

Dipende dai punti di vista!

Mai sottovalutare un petto di pollo!, soprattutto dopo aver assaggiato la ricetta di Eugenia!