La mousse al cioccolato fondente è un dolce veloce con pochi ingredienti: in questa ricetta di mousse ho utilizzato un cioccolato extra fondente, ma sarà possibile usare anche cioccolato al latte o un mix di cioccolati diversi.

Mousse al cioccolato fondente

In estate, il caldo fa diminuire la voglia di pasticciare. Per lo meno a me succede così. Divento un po’ svogliata e, sebbene, di buon mattino faccia sempre buoni propositi, con l’avanzare della giornata e del caldo la voglia mi passa. Perciò ho pensato di proporvi questa mousse al cioccolato. Facile, veloce, adatta per ospiti improvvisi. L’operazione più lunga è il raffreddamento della crema al cioccolato. Potreste velocizzare mettendo in freezer.

Per la mousse al cioccolato fondente ho utilizzato un cioccolato al 72% di cacao. Volendo, potrete usare quello che vi piace di più e aggiungere anche uno due cucchiai (sostituendoli all’acqua) di un liquore che preferite: rum, Strega, Cointreau, Bayles. Oggi ci sono in commercio così tanti tipi di cioccolato, ai gusti più disparati, che la scelta è davvero notevole.

Mousse: origini della ricetta

La mousse è un dessert soffice e spumoso, di origine francese. Il suo significato è, appunto, “schiuma” o “spuma”. Pare che, intorno al XVIII secolo, in una nobile cucina francese, un apprendista cuoco pasticcione fece cadere della panna bollente in un contenitore con delle tavolette di cioccolata.

mousse cioccolato fondente

Mousse al cioccolato fondente

Portata Dessert
Cucina Italiana
Porzioni 6 porzioni

Ingredienti
  

  • 230 g cioccolato al 72% (o un mix di cioccolatidiversi)
  • 170 g zucchero al velo vanigliato
  • 400 g panna da montare (dopo averla montata, tenetene da parte un poco per ladecorazione)
  • 9 cucchiai di acqua caldissima

Per decorare

  • q.b. scaglie di cioccolato o gocce
  • q.b. muesli di cioccolato
  • q.b. frutta secca tostata a pezzi

Istruzioni
 

  • Versiamo il cioccolato in un pentolino, aggiungiamo tre, quattro cucchiai di acqua bollente e facciamo sciogliere a fiamma bassissima, mescolando con una spatola o un cucchiaio.
  • Una volta sciolto, aggiungiamo lo zucchero a velo e mescoliamo. Possiamo usare anche il frullino.
  • Aggiungiamo anche la restante acqua bollente, rimettiamo il pentolino sul fuoco e portiamo il tutto a ebollizione.
  • Dopodiché versiamolo in una ciotola, copriamo con pellicola a contatto e facciamo raffreddare.
  • Dopo circa un’ora (mettiamolo in frigo se vogliamo velocizzare), montiamo la panna ben fredda e aggiungiamola al composto di cioccolato, tenendone da parte un poco solo per la decorazione.
  • Sulla base dei bicchieri o se preferite delle coppe facciamo una base croccante con la frutta secca e/o il cioccolato a scaglie o con un muesli croccante.
    All’incirca un cucchiaio per coppa.
  • Se vogliamo realizzare un dolce a regola d’arte versiamo la mousse nella sac a poche e riempiamo coppe e bicchieri. In alternativa, utilizzeremo un cucchiaio.
  • Terminiamo di decorare con ciuffetti di panna e cioccolato a scaglie o a gocce.

Come decorare la mousse al cioccolato fondente

Qualche cucchiaio di muesli al cioccolato e nocciole o altro gusto a piacere, granella di nocciole o pistacchio, cacao amaro, cioccolato a scaglie o fuso, biscottini.

Le dosi dello zucchero e della panna non sono proprio fisse: per lo zucchero è possibile aumentare o diminuire di qualche decina di grammi a seconda del gusto, e con la panna si può arrivare fino a 500 g.

Non sono riuscita a realizzarla, ma avrei volentieri fatto una prova con cioccolato bianco e limoncello, decorando magari con buccia di limone tagliata con il rigalimoni e menta fresca. Diminuendo la dose di zucchero a 130 g ed anche i liquidi, portandoli a sei cucchiai tra acqua e liquore. Se magari qualcuno volesse provare, poi mi potrà far sapere.

Come si conserva la mousse al cioccolato

La conservazione della mousse può essere di due tipi: o conservata a 2°C/4°C o a -18°C per stoccarla. Va sempre consumata ad una temperatura compresa tra 4°-10°C.