I miei Impasti, tra Sfide, Amori e Ricordi.

Dolci

Un amore infinito. Una panacea per ogni male.

La mia casa trabocca di “roba dolce”, non solo già cotta e pronta da mangiare, ma anche conservata in scorte nel congelatore a pozzetto.

Perché “chi ha tempo non aspetti tempo!”.

Non si sa mai, dovesse servirmi un dolce per una occasione inaspettata, oppure potrebbe accadere che all’improvviso arrivino le mie figlie.

Per loro ci sarà sempre un dolcino “dietetico” per la colazione del mattino!

Creme

Una sfida che si rinnova.

Ecco cosa sono davvero per me le creme, base e valore aggiunto per una molteplicità di dolci.

Quella alla nocciola e cioccolato fondente è la mia preferita!

Lievitati

I lievitati sono l’Amore con A maiuscola.

Nel libro ho cercato di trasmettere la mia passione per loro.

Brioche, cornetti, torta angelica, gugelhupf sono la “traduzione” dalla versione originale.

Impasti diversi, ma figli della stessa mamma!

Le farine

Ogni volta che penso alla farina mi ritorna in mente il mulino dove io e papà andavamo a comprarla.

Mi diceva “andiamo da Ballarano”.

Nell’aria c’era una polverina bianca che immaginavo fosse magica: potevo mettere le mani nel sacco, prenderne una manciata e lasciarla cadere lentamente.

Ero una fata!

Un solo tipo che veniva impiegato per tutti gli usi.

Oggi, invece, il mondo delle farine affascina per le sue proprietà e varietà: frumento, mais, orzo, riso, avena, farro. Grani speciali e macinazioni a pietra. Farina forte e farina debole. Tipo 1, tipo 2, integrale.

Nella maggior parte delle ricette abbiamo utilizzato farina integrale e semola rimacinata.

Dolcificanti

Quando si parla di Dolci, il primo pensiero è di associarli allo zucchero, con tutto ciò che comporta in termini di carboidrati.

E che ci porta a limitarne il consumo.

Nel libro ho sperimentato, alternando zucchero di canna integrale ad altri dolcificanti naturali, come il miele e la stevia.

Vi assicuro che il risultato è stato più che soddisfacente in termini di gusto.

E la salute ne guadagna.

Olio Evo

L’albero di olivo è tra le piante più belle che esistono.

Il tronco nodoso e contorto, la foglia spessa e piccola, il frutto uno scrigno prezioso.

Il profumo dell’olio appena franto stordisce. Il liquido è denso e verde, pizzica.

Tutti gli anni andavamo al frantoio con la nostra raccolta e mio padre aspettava il suo turno, facendo da sentinella al cassone di olive.

Si scommetteva su quanto avrebbero fatto al litro, secondo l’annata. Appresso avevamo un pezzo di pane bianco per l’assaggio.

Così ho imparato ad apprezzarlo.

Nei dolci ne ho usato un tipo dal sapore leggero e fruttato.

Le Spezie

Ho sempre avuto una particolare predilezione per le spezie.

Sarà per via di quegli aromi e quelle essenze che fanno sognare mondi lontani e misteriosi.

Sapere che molte spezie sono, poi, un toccasana per la salute mi ha spinto a sperimentare nuovi abbinamenti. Anche nella preparazione dei dolci.

E, così, la cannella, lo zenzero, la curcuma, i chiodi di garofano, il coriandolo sono diventati miei preziosi compagni di viaggio, saporiti e salutari.

Le mie ricette.