Economia in pillole

Il PIL. Economia in pillole.

PIL
Carmine Cioppa
Scritto da Carmine Cioppa

Nella nostra rubrica “Economia in pillole” analizziamo il PIL. Cosa si intende per Prodotto Interno Lordo? Ecco di cosa si tratta, spiegato con un esempio.

Cosa si intende per PIL?

PIL sta per “prodotto interno lordo”. Indica l’ammontare di merci e servizi che una nazione produce in un determinato periodo, in genere un anno.

E’ una produzione destinata allo “scambio”, cioè ad essere venduta sul mercato interno o all’estero per cui il suo valore è comprensivo di Iva e, quindi, “lordo”.

Esempio

Per comprenderne meglio il significato, pensiamo ad una piccola azienda familiare: il papà ha un piccolo orto, lo lavora e vende al mercato frutta e verdura; la mamma, una brava sarta, vende ad un grande negozio i vestiti che confeziona; i due figli lavorano ai programmi di computer.

Tutti i componenti della famiglia (non sembri strano!) emettono regolari fatture su cui pagano l’Iva.

Il ricavo globale, Iva inclusa, di quanto quel nucleo familiare produce e vende può essere equiparato al Pil.

Prima conclusione : quando il PIL aumenta, il Paese è più ricco e può mettere in cantiere programmi di sviluppo delle attività.

Ovviamente avviene il contrario quando il PIL diminuisce.

Né più né meno di quanto si verifica nella piccola azienda familiare descritta a titolo di esempio.