Dolci Ricette Ricette di Natale

Gli Struffoli. Videoricetta

Gli struffoli sono come le ciliegie: uno tira l’altro e non smetteresti più di mangiarne. Ecco gli ingredienti ed un segreto per evitare l’antipatica schiuma oleosa durante la frittura!

Gli struffoli sono l’unico dolce che papà, titolare della cucina di casa, preparava. Grazie a Maria, la colona, aveva imparato a fare la pasta in casa, fusilli, orecchiette, “cecatielli”. Perciò, pensò che, trattandosi di un impasto simile, vi potesse riuscire . Aveva le mani con dita lunghe ed ossute per cui quando allungava il bastoncino cilindrico sul “tompagno” non riusciva mai a renderlo sottile: gli struffoli risultavano delle palline piuttosto grosse, che durante la cottura aumentavano di volume anche perché  aggiungeva alla farina un pizzico di bicarbonato.

Da solo, però, non si sarebbe mai arrischiato a passarli nel miele e nello zucchero, perché sicuramente mia madre avrebbe trovato dei difetti. Allora lui lasciava questo compito a lei, che per il solo fatto di averli caramellati, alla domanda “ma chi ha fatti questi struffoli?” rispondeva pronta ed orgogliosa, IO! Sosteneva che questo passaggio fosse decisivo per la loro riuscita. Naturalmente papà protestava, ma era tutto inutile!

La ricetta

Gli struffoli preparati con questa ricetta hanno una consistenza diversa da quelli preparati tradizionalmente.

Per esempio, mio papà aggiungeva per ogni 100 g di farina un uovo un cucchiaio scarso di zucchero un cucchiaio di olio. Erano buoni sicuramente, ma vi assicuro che con la mia ricetta la pasta degli struffoli è più saporita, morbida e friabile. Si possono mangiare addirittura solo fritti. Papà mi perdonerà.

Se li togliamo dall’olio quando hanno ancora un colore piuttosto pallido, resteranno morbidissimi. Al contrario, per averli più croccanti facciamoli colorire di più.

Tutte le ricette di struffoli hanno un unico inconveniente: mentre friggi, si alza una schiuma oleosa che può facilmente debordare e finire sul piano cottura!

C’è chi dice che dipende dalle uova, chi dalla farina, fatto sta che succede! Allora, nel mio gruppo facebook preferito, Paoletta di Anice e Cannella, ho scoperto questo trucco: un tappo di sughero nell’olio all’inizio della frittura. Quando magari, alla terza o quarta frittura, l’olio inizia a fare le bolle cambiate il tappo!

Ingredienti per una decina di persone:

  • 500 g di farina 00
  • 100 g di zucchero
  • 50 g di burro
  • 5 g di lievito vanigliato
  • 4 uova
  • un pizzico di sale
  • buccia di limone grattugiata

Per caramellare:

Versione croccante:

  • 350 g di miele
  • 50 g di zucchero
  • 1 o 2 cucchiai d’acqua

Versione morbida:

  • 400 g di miele

Le dosi di zucchero e miele sono orientative, a secondo dei gusti. E’ possibile utilizzare per caramellare gli struffoli il miele che preferite: da quello di acacia o sulla che sono i più delicati, a quello d’arancio, di castagno, millefiori.