Economia in pillole

SCEGLI UNA CARTA. I parte

carte di debito o credito
Carmine Cioppa
Scritto da Carmine Cioppa

Oggi parliamo dei più diffusi mezzi di pagamento: le carte di debito e credito. Vediamone insieme le principali caratteristiche.

Carte di debito e credito?

Quando in banca senti dire “scegli una carta”, non ti stanno invitando a leggere i tarocchi! Vediamo come muoverci in questo delicato e scegliere tra carte di debito e credito.

La carta, di cui oggi parliamo, è uno strumento elettronico di pagamento, il più diffuso e celere. Ci evita di andare in banca – il solo pensiero ci terrorizza – per qualsiasi operazione; per fare qualche esempio, un prelievo di danaro, un bonifico, un pagamento non in contanti in un qualsiasi negozio, sotto casa o in un’altra parte del mondo, l’accredito dello stipendio….

QUANTE CE NE SONO!

Ce ne sono tantissime, con caratteristiche e costi diversi.

Senza alcuna presunzione di un’analisi completa, anche per la continua evoluzione del settore, cercheremo di sintetizzare le principali differenze tra i principali strumenti sul mercato.

Come orientarsi in questo dedalo.

Il criterio più importante nella scelta è correlato con l’uso che prevediamo di farne; evitiamo di ricorrere al cannone per sparare al moscerino.

PARLIAMO DELLA CARTA PREPAGATA.

Le carte prepagate, ad esempio, sono collegate ad un circuito di pagamento e non richiedono l’accensione di un c/c.  Sono utilizzabili nei limiti dell’importo versato dallo stesso intestatario o accreditato da terzi (bonifici, stipendi…) e danno la possibilità di effettuare le operazioni più ricorrenti.

Possono essere

  • ricaricabili,

ovvero

  • usa e getta  con utilizzo fino all’esaurimento dell’importo ed entro un periodo predeterminato, in genere un anno. Entrambi i parametri variano a seconda del soggetto che la rilascia.

A CHI SONO UTILI.

Sono richieste, in genere, da chi

  • non voglia (o non possa) disporre di un c/c di appoggio
  • ne preveda un uso temporaneo, come l’accredito dello stipendio per un impiego a scadenza fissa e breve
  • si conceda una vacanza, con relativo shopping, senza correre il rischio del ricorso al contante
  • non abbia raggiunto i 18 anni

Definitane la capacità operativa, sceglieremo la nostra carta in base al costo del rilascio e dell’eventuale ricarica.

DOVE LE TROVIAMO.

La troviamo facilmente, negli uffici postali, rivendite tabacchi, lottomatica, banche….          

Quella operatività non è sufficiente? Dobbiamo, allora, disporre di un c/c.

Ma di questo parleremo nella prossima puntata Carte di debito o credito?