Dolci Ricette

Biscotti brutti ma buoni. Videoricetta

Biscotti brutti ma buoni, un classico della pasticceria: questi dolcetti sono molto golosi, il sapore delle nocciole tostate e tritate viene esaltato dalla cottura con la meringa.

I biscotti brutti ma buoni sono un dolce semplice da preparare. Tre gli ingredienti, nocciole tostate, albumi e zucchero che insieme, grazie alla cottura della meringa sul fornello, danno vita ad un biscotto croccante e saporito.

Il sapore delle nocciole

I brutti ma buoni erano tra i dolci preferiti di papà. A volte la domenica, lui stesso o mio cognato, andava in pasticceria ad acquistare il vassoio di dolci per pranzo. Capitava che, invece del solito vassoio di paste, preferisse la pasta di mandorle classica a cui faceva aggiungere una fila di brutti ma buoni. Gli piaceva molto il sapore della nocciola, ma era l’insieme zuccherino a stuzzicarlo, perché in campagna avevamo tanti alberi di nocciole ma io non l’ho mai visto mangiarne una. Neanche durante la raccolta. Io si, invece e tante. Nei miei giri “randagi” per la campagna mi fermavo a staccarle e mangiarle direttamente sotto i rami. Magari mi sedevo per terra, nell’erba, gli insetti non mi facevano paura.  

Le caratteristiche dei brutti ma buoni sono appunto croccantezza e forma: devono asciugare in forno anche all’interno perciò, per sicurezza, a fine cottura metto lo sportello del forno in fessura per una decina di minuti.

Ingredienti per una ventina di biscotti

  • 250 g di nocciole tostate e tritate grossolanamente
  • 200/300 g di zucchero diviso in due parti uguali
  • 140 g di albumi a temperatura ambiente.

La dose di zucchero può variare, da pari peso delle nocciole fino a scendere ai 200 g. Il risultato sarà leggermente diverso, ma ugualmente buonissimo. E’ solo una questione di gusto personale. Posso dirvi che una maggiore dose di zucchero li rende ancora più croccanti.

Si può usare anche la granella di nocciole, ma io preferisco le nocciole tostate e tritate grossolanamente perché mi piace trovare qualche pezzetto di nocciola più grosso.