Dolci Ricette

Biscottella, i biscotti buoni alla Nutella.Videoricetta

In questi giorni ne parlano tutti, tutti li vogliono e tutti li cercano, oggi vi presento i famosi Biscotti alla Nutella fatti in casa.
Sono biscotti BUONISSIMI, croccantissimi, ma possono essere mangiati anche come semplici frollini, Il guscio risulta molto resistente e regge tranquillamente la farcitura per un paio di giorni. Con la Nutella sono SPETTACOLARI ma in alternativa alla Nutella, potremo farcirlo con crema pasticciera e frutti di bosco, marmellata o crema ganache al cioccolato.

Un raptus questa ricetta: dopo il lancio dei nuovi biscotti alla Nutella esplode una follia collettiva. Li trovo, li assaggio, decido di provare a replicarli. Il risultato? Un’ esplosione di bontà!

Questa ricetta è stata un pretesto, un gioco, una sfida.  Avere un blog di cucina è cogliere stimoli, occasioni, opportunità; è trasformare la voglia di impastare in un momento intimo che diventerà poi simpatica e gioiosa condivisione. Così mi sono divertita. Ascoltando le notizie che davano un pacco di biscotti in vendita a cifre esorbitanti, addirittura dai bagarini come per i biglietti delle partite, oppure della cassiera che nascondeva i biscotti sotto alla cassa, mi sono detta “ma che saranno mai?” Che cos’è questo trambusto?

Allora ho letto gli ingredienti e mi sono buttata. Il risultato è stato un biscotto che mi ha convinta subito. Un guscio supercroccante grazie alla presenza dello zucchero di canna, l’idea di cuocerlo all’esterno dello stampo per farlo venire più asciutto, la soddisfazione di aver seguito un istinto, di aver ascoltato il senso pratico che contraddistingue le donne di casa. E facciamoceli da noi questi biscotti!

Qualche riflessione.

Dopo aver letto gli ingredienti, ho naturalmente escluso quelli destinati ad un uso industriale. Al posto del latte in polvere ho utilizzato la panna, al posto dei grassi vegetali un po’ di burro. Il cacao presente nella ricetta originale l’ho lasciato ma potremo ometterlo. Al posto degli illeggibili agenti lievitanti, ho messo un pizzico di bicarbonato. Il malto serve invece a rendere estensibile la pasta, in modo che durante la cottura non si ritiri. Non è sostituibile però con qualche accorgimento potremo farne a meno. Buchiamo il fondo del biscotto con uno stuzzicadenti e durante la cottura useremo l’accortezza di spingerli un po’ sullo stampo. Come forma potremo utilizzare anche le formine dei pasticcini di frolla.

La mia ricetta.

Come qualcuno già sa, io faccio tante prove. Savoiardi e tette delle monache ne sono un esempio, ma non perché, per me, sia difficile mettere insieme un impasto. Chi prepara dolci da tantissimi anni e continuamente si tiene aggiornato, qualche esperienza la matura. A me piace lavorare di fino, perché credo sempre che tutto sia migliorabile. Le prove che ho fatto riguardano per esempio la quantità di zucchero di canna: tra 80, 90 o 100 grammi c’è differenza in termini di risultato. I 100 daranno maggiore croccantezza e maggiore coloritura al biscotto. Io lo preferisco, ma per alcuni potrebbe essere dolce. Ed allora interviene il gusto personale. Così sui 110 o 120 g di panna. Più l’impasto è asciutto, migliore sarà il risultato finale.

In ogni caso, posso affermare di aver ottenuto un ottimo prodotto che vi stupirà per qualità e somiglianza al prodotto originale.

E’ un biscotto buonissimo, croccantissimo e può essere mangiato anche come un semplice frollino. Il guscio risulta molto resistente e regge tranquillamente la farcitura per un paio di giorni. In alternativa alla nutella, potremo farcirlo con crema pasticciera e frutti di bosco, marmellata o crema ganache al cioccolato.

Ingredienti per una cinquantina di biscotti farciti alla Nutella:

260 g di farina 00

40 g di amido di frumento

90/100 g di zucchero di canna chiaro raffinato

50 g di burro

110/120 g di panna di latte fresca

3 g di cacao amaro

1 g di bicarbonato

3 g di malto d’orzo in polvere

(se non l’avete, omettetelo)

2 g di sale

Farcitura: Nutella

Cottura a 180° ventilato: guscio 5/7 minuti, coperchio 5 più o meno. Fino a doratura. Io ho utilizzato un tagliabiscotti da 4 cm per la base ed uno da 3 cm per il biscotto superiore. Se notate che i vostri biscotti in cottura si ritirano troppo aumentate di un cm la dimensione di entrambi i dischetti.

Ps.: Per scherzare di più li ho pure personalizzati!